fbpx
15 49.0138 8.38624 1 4000 1 https://www.psicologiacreativa.net 240 true

Dialogo con il maschile: l’ultima sfida del femminile

Condividi se ti è piaciuto

 

Lu: la vedo passeggiare sull’erba e piedi scalzi, sotto il sole. Ha un vestito lungo ed è molto rilassata, è cosi?

Noemi: l’anima si, lo è.

Lui: si sta bene dalle vostre parti?

Noemi: si sta molto bene. Ma io ti vedo già qui, lo sai?

Lui: parlami di ciò che vedi, anima incantatrice

Noemi: ti vedo camminare, a piedi scalzi, pantaloni scuri, maglietta comoda, passeggi e ascolti anche tu. Sei rilassato, ogni volta che incroci lo sguardo di Lei, sorridete entrambi

Lui: come mai non ci abbracciamo?

Noemi: vi state godendo il paradiso, vi state godendo la vita, la vostra stabilità sulla terra.

Lui: ma io non mi sento cosi in pace Noemi

Noemi; non importa, la tua anima lo è. Quindi è già qui che sei, adesso è solo questione di tempo e modi. Ma è qui che siete, entrambi. Avete in progeto di avere una relazione che vi dia libertà e spazio, avete scelto di sperimentarvi in questo.

Lui: Lei non accetterà mai.

Noemi: ti stupirà, lei cambierà moltissimo, proprio in questi dieci giorni.

Lui: davvero? Molla la presa sul possesso? Su ciò che per lei è importante? Dici davvero? Noemi, io appena accade questo torno! Torno subito! Mio Dio, mi rendi felice Noemi! Mi rendi felicissimo! Io non posso tornare per questo, grazie! Dio Grazie che hai capito! Io non posso tornare fin quando lei non molla la presa sulle sue convinzioni della coppia. La vive come un proteggere la sua dignità e il suo valore, ma non ha compreso invece che mollando la presa lei trova davvero il suo valore che si proteggerà da sé, senza più bisogno di forzare, di lottare, di chiarire.

Noemi: quando lei mollerà la presa, per te cosa sarà?

Lei: io potrò darle quello che vuole! Ma non prima Noemi! Perché è la convinzione a cui lei si aggrappa, capisci? Lei vuole una coppia, e io DESIDERO una coppia con lei, ma siccome per lei il desiderio della coppia è stato, a volte, più forte dell’amore e non ha concesso all’amore di entrare perché non voleva perdere quel riferimento, allora io non sono potuto arrivare.

Noemi: ho capito, ho capito finalmente.

Lui: lei capirà? La sento brontolare che  sono stronzo e le solite cose. Ma ti giuro, Noemi. Io voglio solo ritrovarmi a lei. E so che ora lei sta domandando: quando, come perché ecc. Ma questo non è amore Noemi. Mi è stato detto dalle mie guide che questo non è amore e che devo aiutare ad abbattere queste stronzate residue.

Noemi: ho capito.

Lui: però lei avrà tutto ciò che desidera da me sia chiaro! Solo che deve mollare la presa sullo stesso desiderio. Accettare che quel “purché sia amore” non si riferisca a una persona diversa da me, ma a un me reale.

(si rivolge a Lei) Amore, io ci sono, ma tu non mi hai accettato per ciò che porto. E non ti sto dicendo che sarò come non vuoi, però per avvicinarmi per sempre, ho bisogno che tu possa accettarmi completamente…purché sia amore…e poi, solo poi, potrò plasmarmi a ciò che vuoi. Ma prima, l’accettazione e l’accoglienza nel tuo cuore…

Purché sia amore, lasciami entrare purché sia amore. Non brontolare, fidati, disattiva quella testolina. Noi avremo tutto, io non vedo l’ora, ma lasciami entrare. Accettami per tutto quello che sono ed io cambierò. Non mi hai accettato fino in fondo, la rabbia te lo impediva. Adesso, però, accettami. Io sono già nella tua vita. Non ti sei accorta che già ci siamo, ma tu fai ancora resistenza, non mi accetti per ciò che sono. Non mi accetti distante, non mi accetti dormiente, non mi accetti mentre faccio le cose che mi piacciono. Quante condizioni mi stai mettendo amore? Quanti “ma” stai ponendo tra me e te. Se l’amore ti chiedesse di accettare tutto questo di me, tu cosa diresti? Stai dicendo no. Perché vuoi le cose in altri modi, ecc ecc.

Non hai ancora capito che la vita ti sta solo mettendo alla prova, ti sta mettendo davanti il peggio di me, l’inaccettabile, per sapere se veramente, per amore, sei disposta ad accettare tutto.

E tu ancora fai fatica a dire “si” perché credi che dire “si” ti porti a non avere ciò che vuoi.  E qui io non posso obbligarti a saltare. Dovrai essere tu a fidarti e a credere che la vita risponderà al tuo “ si incondizionato”

Noemi: Lei lo sta facendo, in questi giorni.

Lui: ok. Appena lo farà totalmente, io sarò sotto casa sua. Per sempre Noemi

 

 

Dialoghi con l’Anima di Noemi Fiorentino Barbara Nalin

Per prenotare il tuo scrivi Qui

Condividi se ti è piaciuto
Condividi:
Loading...