fbpx
15 49.0138 8.38624 1 4000 1 https://www.psicologiacreativa.net 240 true

Dialogo d’Anima completo 11 Luglio 2018

Dialogo d’Anima – Noemi Fiorentino

Lui: tu credi adesso che io abbia voltato le spalle, ma non è così. Sto solo prendendomi la responsabilità massima di chi sono, dell’uomo che voglio essere e per cui ho sempre lottato. A volte hai dimenticato che non potevamo continuare in questa eterna dinamica madre-figlio. A volte hai dimenticato che io, per evolvermi, dovevo rinunciare alla tua egemonia protettiva. E tu, d’altro canto, per essere donna, dovevi proprio abbandonare questo tuo essere accudente.

Lei: comprendo perfettamente. E anche se mi ha ferito il tuo allontanamento, rimango fiduciosa. Nel frattempo, tuttavia, ti sento, ti percepisco, ti sorrido con il cuore. So cosa stai affrontando, ma rinuncio alla tentazione di affrontarlo per te. Si sa, dentro il mio ideale, ho sempre vissuto meglio io i sentimenti e forse è così. Perciò è stato difficile mollare la presa e darti l’occasione di sperimentare, di sbagliare, di amare a tuo modo.

Lui: ne hai sempre saputo più di me, sin dalla notte dei tempi. Eppure, come hai più volte avuto prova nella tua vita le conferme da parte mia, ti sono arrivate “in ritardo” rispetto ai tuoi tempi. Questo significa che anche questa volta arriveranno. Anche questa volta, con i miei tempi, percorrerò la strada che mi serve per crescere. Nel frattempo tu sai bene che non è finito qui il tuo percorso, giusto?

Lei: si, hai ragione. Sono stata donna affascinante, seducente, intelligente, amichevole, amorevole, concreta, sognatrice, bambina, anziana saggia, divertente, leggera, frivola. Sono stata tutte queste cose, a gruppi. Ma non sono mai stata, ancora, tutte queste cose contemporaneamente.

Lui: manca l’essere Uno con te stessa, fondamentale per muoverti con agio pieno nella vita. Ti sei frenata per paura di non essere seguita, ma anche perché l’abbondanza che senti generare in te è tanta e difficile da reggere come vibrazione. Eppure ti stai accostando, giorno dopo giorno. E sai bene adesso che prima di avere la mia conferma/presenza e aiuto, così come appoggio incondizionato, dovrai essere tu a vivere pienamente te stessa. Non ci sono scuse, né scorciatoie. Sai che in questo sono molto netto.

Lei: sei esattamente ciò di cui ho bisogno. Per cui grazie per tutto quello che fino ad oggi hai fatto per me, con i tuoi segnali, ma anche con le tue assenze. Mi dai oggi l’occasione di esistere davvero, facendo affidamento sulla pienezza di me stessa.

 

Dialogo d’Anima – Barbara Nalin

Lui: ti sto chiamando, ma il mio richiamo rimane muto… sono spaventato da questo tuo silenzio…

Lei: lo so, ma sto facendo tutto questo per te… non posso venirti in aiuto, non questa volta, è arrivato il momento che tu ti prenda le tue di responsabilità… ti sento amore mio, ogni giorno di più e sto male per te e con te, ma devo stare ferma, lo devo a me ma lo devo soprattutto a te affinché tu smetta di essere “figlio”, voglio che tu sia “uomo”, il mio “uomo”

Lui: sì, hai ragione, è arrivato il momento che io diventi un uomo completo e fatto… ma ho paura che anche quando lo sarò diventato tu possa decidere che non vuoi più stare con me…

Lei: è un rischio che ti devi prendere, fa anche questo parte delle responsabilità, della tua crescita… io mi sto muovendo per accoglierti, mi sto concentrando completamente su me stessa per essere pronta al nuovo che sta arrivando, al nostro “nuovo”…

Lui: saremo insieme… la mia anima lo sa, la mia mente mi mente in continuazione e mi butta fuori strada… ci sono giorni in cui mi sembra di correre, di essere ormai arrivato e poi ce ne sono altri in cui mi muovo al rallentatore e la paura e la confusione si impadroniscono di me…

Lei: io sono con te, la tua paura è la mia, i tuoi dubbi sono i miei… ma l’amore che ho per me e per te mi fa procedere come una regina senza mai voltarmi indietro… ti vedo già sai? Sei appena dietro di me e se solo allungo la mano, posso sentire la tua…

Lui: ogni tanto lo fai… e poi la ritiri subito… vorrei non lo facessi…

Lei: anch’io… ma non è ancora il momento… ci bruceremmo ancora e né io né te vogliamo questo, non più ormai… quindi, ti prego sorridi quando vedi la mia mano, sfiorala se vuoi, fammi sentire che ci sei e tieniti pronto ad afferrarla saldamente…

Lui: sono pronto, lo sono sempre di più, amore mio… mia regina sto arrivando…

Vuoi più info? Richiedi il tuo dialogo d’Anima qui : https://www.psicologiacreativa.net/dialoghi-danima/

Condividi:
Loading...