fbpx
15 49.0138 8.38624 1 4000 1 https://www.psicologiacreativa.net 240 true

La guarigione del Maschile e con il Maschile

Condividi se ti è piaciuto

Caro Uomo e cara Donna,

se mi conosci sai quanto io mi diverta a osservare le interazioni tra il Maschile e il Femminile e a comprendere, da questo, cosa deriva per la crescita di ognuno.

Se non mi conosci, io sono Noemi Fiorentino, mi occupo di crescita personale, psicologica, energetica e spirituale e soprattutto di Amore!

In ascolto delle energie che si muovono in questo momento, ti dico cosa ho captato e registrato proprio in questi 3-4 giorni per quanto riguarda la relazione tra Maschile e Femminile.

E’ in corso una guarigione da mettere a fuoco, secondo me, a livello generazionale. Il Maschile sta vivendo la necessità di ritornare al suo legittimo posto, quello che gli è sempre stato proprio. Ma per farlo, necessità di rinunciare alla confusione di ruoli ed essere finalmente ciò che è bene essere per lui.

Uomini e Donne adesso si troveranno in due differenti mood.

MASCHILE

La voglia di essere riconosciuto per ciò che sei adesso è tanta, uomo.

Sei sempre stato qualcuno di valore, ma sei stato utilizzando più come stampella nelle relazioni che come effettiva risorsa a cui si è dato valore.

Questo è accaduto perché tu per primo non hai riconosciuto quanto fosse importante il tuo contributo da offrire.

Così hai reagito in due modi: sei stato rigido, in un caso, intransigente, perché hai sentito che dovevi svolgere il ruolo di guida e che, per fare questo, dovevi farti sentire in modo forte. Non hai avuto fiducia che il silenzio fosse una strada e hai optato per la manifestazione dittatoriale della tua presenza. Quindi sei stato violento, arrabbiato, iracondo, castrante, eccessivamente protettivo. Lo hai fatto per paura che tutto questo portasse la vita a sfuggirti di mano, che tutto ciò che di prezioso avevi tra le braccia si perdesse.

Adesso puoi stare tranquillo e comprendere che il femminile, fuori e dentro di te, ha maggiore consapevolezza e più autonomia. Non ha più bisogno che tu sia presuntuoso, puoi rilassarti e goderti questo ruolo di capofamiglia saldo che va a scemare. Abbandona le responsabilità, lasciati cullare verso il divertimento e le giornate piene di blu e di sole. Non devi più preoccuparti. Se molli la presa, c’è chi sostiene il mondo. Non è più tutto sulle tue spalle.

Un altro modo in cui hai reagito è stato sottrarti invece al tuo ruolo di guida. Hai preferito lasciare che la donna si manifestasse da sola, perché hai percepito che potevi essere invadente con la tua presenza. Cosi sei andato altrove, quasi mimetizzandoti per non destare scompiglio. Ti sei sentito ingrato perché non in grado, ti sei sentito eterno bambino, ti sei sentito di perdere tempo. L’ansia ti ha colpito e ti sei protetto fuggendo in degli spazi tuoi privati in cui neanche la relazione d’amore poteva veramente entrare. Eppure adesso stai prendendo fiducia, hai sentito e percepito che la donna si è riappropriata del suo valore e quindi sarà in grado di metterti un freno se esageri.

Adesso puoi essere potente, puoi ristringerti la mano e riconnetterti con il tuo centro di energia ed il tuo plesso solare. Puoi ritornare all’antico ruolo di saggio, poiché finalmente hai capito che la tua sensibilità è una risorsa e non una condanna.

IL FEMMINILE

E tu donna, che cosa stai vivendo durante questo cambiamento? Tu hai svolto anche due ruoli differenti. Il primo è stato quello di subire, di farti invadere dalle decisioni di uomini che non sapevano cosa fosse meglio per te. Hai permesso e concesso che loro dessero giudizi su chi sei stata e su chi volevi essere, tanto che alla fine hai dovuto fare silenzio e non dire nulla di ciò che veramente eri. Ti sei nascosta per non essere trovata e hai mentito, finto orgasmi, sorrisi e buone risposte.

Adesso, che hai preso coraggio, puoi ritornare a riprendere il tuo spazio e il tuo posto senza per questo soverchiare nessuno. Semplicemente manifestando la creatività che sei, perché è quella la tua forza più grande.

In altro modo, hai reagito invece essendoci troppo. Hai visto uomini comportarsi come bambini e hai creduto di dover rincorrere sempre e comunque perché altrimenti nessuno sarebbe arrivato da te. Ti sei fatta in quattro per essere vista e, ovviamente, non ha funzionato perché l’unica persona che doveva ritrovarsi e riconoscersi eri tu.

Cosi sei in questa meravigliosa scoperta del fatto che, anche senza essere cazzuta, predatrice e iperpresente, lui si può ricordare che è da te che vuole tornare.

IL MIO CONSIGLIO

Per te, Uomo, il mio consiglio è quello di essere fiducioso del fatto che la tua strada ormai è stata scelta dalla tua Anima, che niente più ti potrà fare crollare, perché hai scelto il sostegno dell’universo e questa è la più grande benedizione che potessi farti da solo. La fiducia l’hai messa e ora ti rimane solo da verificarne l’impatto nella materia. I tuoi talenti sono presto a disposizione, ma occorre solo che tu passi all’azione per consentire ai tuoi occhi di vedere ciò che il tuo cuore ha già intuito. Parola chiave: Agire.

Per te, Donna, il mio consiglio è quello di comprendere che hai scelto di mettere nelle mani dell’altro l’azione e il passo decisivo. Il mio non è un invito all’attesa, bensì al goderti la vita per come ti viene, celebrando le tue emozioni e ciò che ti va di fare momento per momento. L’azione che compi non è più mirata a creare effetti, perché gli effetti già si muovono grazie al tuo lavoro su di te. Il tuo compito è terminato, perché il seme tu lo hai piantato. Adesso puoi divertirti creando tipologie di azioni leggere e divertenti che ti riconnettano alla tua frivolezza interna, necessaria affinché la ciò che desideri cresca in serenità. La strada è già definita qualunque cosa tu faccia, dunque parola chiave: freschezza.

Se senti di avere bisogno di aiuto per riequilibrare sia nella relazione, sia in ambito lavorativo il tuo maschile e il tuo femminile puoi contattarmi QUI

A questo link invece troverai la mia formazione e i servizi che offro per sapere se e come posso accompagnarti nel tuo processo: https://www.psicologiacreativa.net/chi-sono/

Con Amore,

Noemi

Condividi se ti è piaciuto
Condividi:
Categoria:Senza categoria
Articolo precedente
Maschile e Femminile: Parole chiave per Lui e per Lei
Articolo successivo
Essere Madre di figli, di progetti, di sentimenti – Noemi Fiorentino

1 Commento

  • 01/05/2019 di 11:35
    Enrica Corso

    Hai fatto una radiografia della realtà.
    Grazie di cuore

    Commento

Lascia un commento

Loading...