15 49.0138 8.38624 1 4000 1 https://www.psicologiacreativa.net 240 true

Lo spazio silenzioso dell’Anima

Questo è un articolo a cui tengo molto, perché parlo di un atteggiamento che io, in primis, adotto per difesa e protezione e che credo sia comune a chiunque abbia capacità di visione o cerchi il sentire per orientarsi nella vita.

Sono nata e cresciuta con la percezione di cosa accade intorno. Ho affinato i sensi canonici e non. Ho cercato di vedere e di sentire sempre oltre le apparenze. Non mi sono mai stancata, sono stata costantemente alla ricerca della verità, fino ad arrivare, oggi,  all’interno di uno spazio in cui non ci sono risposte e non ci sono percezioni, in cui la mia stessa Anima, così fedele nel guidarmi verso la conoscenza, proprio oggi mi pone un deciso stop.

Stop, da qui in poi puoi procedere soltanto se lasci anche i tuoi sensi fuori.

Inutile dire che, in effetti, era ciò che avevo chiesto. Il mio lato da “sacerdotessa” era diventato ingombrante per la mia stessa femminilità ed esistenza, perché, come si può intuire, chi osserva, troppo spesso, rimane fuori dalla scena. E io, che nella scena ci voglio essere con tutta me stessa (non a caso la danza mi consente di stare sul palcoscenico numerose volte), dovevo pure integrare questo aspetto di me, piuttosto che lasciarlo dissociato dall’Uno.

Dunque, che succede? (Non resisto, un po’ devo analizzare, per quanto mi è concesso)

Succede che non si tratta solo di Noemi qui, ma di tutti noi. Chiunque abbia voglia di comprendere, cioè immagino molti di noi, troverà una zona di totale assenza di risposte. Questo non significa che rimarrà smarrito, ma che non potrà forzare la comprensione razionale. L’Anima è silenziosa, insondabile, comunica con un linguaggio che oggi ci è richiesto di imparare. Mi occupo di “conoscere” l’Anima da parecchi anni ormai, per me è stata la salvezza perché se non fosse stato per quella voce interna che, sempre meglio imparavo a decifrare, non sarei arrivata dove sono oggi.

Mi ricordo che, quando ero piccola e senza risorse (piccola intendo proprio piccola piccola, sui 10 anni), c’era una voce che mi parlava sempre e mi rassicurava, mi spiegava cosa sarebbe accaduto. Io la chiamavo “La Noemi più grande”. In effetti, ci avevo preso come definizione. Era una Noemi più grande che ne sapeva più di una bambina in crisi pre adolescenziale.

Così, Noemi mi ha fatto compagnia, sempre. Abbiamo camminato mano nella mano. Sempre, proprio sempre. Fin quando ho iniziato a sospettare che questo cammino parallelo sarebbe finito prima o poi, perché Due è diverso da Uno ed io volevo essere Uno.

Ed ecco che, per la prima volta, non sento più l’Anima accanto a me, la sento combaciante. Gradualmente, mi rientra nel corpo, gradualmente, l’Anima rientra nella Materia. Gradualmente da Due, sto diventando Uno. E questo è tanto più possibile, quanto più accetto di non colloquiare più con l’Anima, ma la divento io stessa.

E nel diventare Anima mi rendo conto di quanto siano differenti le leggi e di quanto occorra rispetto sacro nel vivere qualsiasi momento e qualsiasi “indagine”.

Sono la prima persona che, anche per lavoro, mira a comunicare con l’Anima per farsi guidare e per aiutare gli altri ad essere guidati, ma certamente oggi comprendo sempre meglio come sia necessario rimanere anche in ascolto del silenzio, perchè quando arriva il silenzio significa che l’Anima non parla, è.

Affascinante questa presa di coscienza, direi proprio sacra, per cui sento doveroso approcciarmi a questo nuovo spazio con consapevolezza diversa. E cosi mi ricordo anche di quando ero ancora più piccola. Lì non c’era il Dialogo con l’Anima. Lì c’era Noemi per intero, Anima, Corpo e Sorriso.

E’ lì che sto tornando. E’ lì che stiamo tornando.

Sei sei in risonanza con me, troverai la pagina FB qui sotto e l’indirizzo del mio sito web qui: www.psicologiacreativa.net

Noemi Fiorentino

 

 

Condividi:
Categoria:Senza categoria
Articolo precedente
Ti va di accomodarti nel vuoto? Noemi Fiorentino
Articolo successivo
Fiamme Gemelle – Speranza e Confusione di Barbara Nalin e Noemi Fiorentino

0 Commento

Lascia un commento

Loading...